incroci on line

Archive for aprile 2013

 

Pierangela Rossi, ZENIT

Raffaelli Editore, Rimini 2013

di  Gina Cafaro 

 

Guizzi, salti fuori dell’acqua dei giorni, del flusso delle ore: si annunciano così, con un trattino disgiuntivo che marca graficamente l’inciso, una per una, tutte le poesie raccolte da Pierangela Rossi in Zenit, per i tipi di Raffaelli Editore. Poesie e, segretamente, preghiere, isolotti di un continente sommerso che affiora per brevi scorci di un paesaggio il più delle volte scabro, seguendo una metrica spigolosa, prima di reimmergersi, senza punteggiatura alcuna, come cosa che c’è e pure dispare. Non a caso metafora scritturale ricorrente è quella del velo, dal primo «velo del tempio squarciato», perché la voce interrogante, perplessa, della Rossi, si muove fra l’esultanza, inevitabile, e il bisogno, vivo, di vedere/intravedere/rivedere ( «Gioia certa alla tua presenza / ma qualcosa ci dovrai spiegare?» ), fra le ragioni del cuore e quelle del noús, arrivando a far rintoccare, fatidicamente, le domande sul destino, così: «…io ti chiedo a quale compito vicino fui destinata» e «Più forte il destino del senso». Leggi il seguito di questo post »

 

Ombretta Ciurnelli, SI CURRON LE FORMICHE

Guerra Edizioni, 2010

di  Carmine Tedeschi 

Quando si dice la combinazione. Non avremmo mai conosciuto questa vivace poetessa dialettale e la sua passione per la ruralità, se non fosse stata chiamata a Monopoli per un incontro organizzato sulla cultura dell’olivo e dell’olio, nel quadro di una serie di iniziative condotte dai Presìdi del Libro e volte a valorizzare i rapporti culturali tra Italia e Grecia.

Sul tema dell’ulivo in particolare, la Ciurnelli ha collaborato alla cura di un’antologia di testi letterari (Olive to live) comprensiva di numerose fonti e introdotta dal nostro Lino Angiuli, che rende ben conto della longevità di questa pianta quale simbolo sacrale, insieme alla vite, della cultura mediterranea. Ma non è di questo che vogliamo qui parlare. Leggi il seguito di questo post »

E’ stato inaugurato il sito www.tracethesteps.com, che ha l’ambizione di proporsi come un grande database storico e geografico sulla biografia di personaggi importanti di tutte le epoche e di tutte le nazionalità.

Sulle tracce di questi grandi uomini e donne, il sito segnala i luoghi in cui essi sono nati, vissuti e si sono spenti, le città in cui hanno amato e operato, i percorsi attraverso cui si sono formati e hanno viaggiato. Il sito è aperto alla collaborazione di chiunque voglia creare un nuovo cammino biografico, apportando testimonianze e fotografie, individuando luoghi e protagonisti trascurati dalle enciclopedie. Gli ideatori di www.tracethesteps.com  si augurano di rimediare così a tanti silenzi, distrazioni e censure, offrendo a tutti la possibilità di rendere omaggio ai propri miti culturali. 


«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.