incroci on line

Ombretta Ciurnelli, SI CURRON LE FORMICHE

Posted on: 27/04/2013

 

Ombretta Ciurnelli, SI CURRON LE FORMICHE

Guerra Edizioni, 2010

di  Carmine Tedeschi 

Quando si dice la combinazione. Non avremmo mai conosciuto questa vivace poetessa dialettale e la sua passione per la ruralità, se non fosse stata chiamata a Monopoli per un incontro organizzato sulla cultura dell’olivo e dell’olio, nel quadro di una serie di iniziative condotte dai Presìdi del Libro e volte a valorizzare i rapporti culturali tra Italia e Grecia.

Sul tema dell’ulivo in particolare, la Ciurnelli ha collaborato alla cura di un’antologia di testi letterari (Olive to live) comprensiva di numerose fonti e introdotta dal nostro Lino Angiuli, che rende ben conto della longevità di questa pianta quale simbolo sacrale, insieme alla vite, della cultura mediterranea. Ma non è di questo che vogliamo qui parlare.

Vogliamo piuttosto chiamare in causa l’altro prodotto degli interessi specifici della Ciurnelli, la poesia dialettale, di cui questa raccolta condensa il meglio. A leggerla bene, si trova ancora una volta conferma della straordinaria valenza significante del dialetto – di qualunque dialetto – quando si rivolge alla realtà antropologica da cui esso stesso germoglia e di cui si fa specchio e interprete. Qui si tratta di un dialetto umbro dei dintorni di Perugia, ma dentro, all’orecchio inesperto, risuonano echi laziali, marchigiani, abruzzesi, romagnoli; per dire solo della pluralità di apporti immediati che un dialetto può offrire.

Quanto poi ai temi, la traduzione attesta la capacità poetica di giocare un gran numero di variazioni partendo dalla metafora fissata nel titolo: “così corrono le formiche”. Così come? Come gli anni della nostra vita, come la spasmodica ricerca di piacere, come la nostra fuga dal dolore, come la costruzione frammentata della nostra identità, come gli affetti sfuggenti, come le persone incontrate, come i luoghi amati e perduti, come i ricordi. Come la tensione alla morte. Ecco: la corsa furiosa e disciplinata dei piccoli insetti, benché impedita e franta da ogni minimo accidente, tende ostinatamente al suo fine, che spesso coincide con la sua fine, spinta dalla forza di un inevitabile destino che trascende l’individuo e obbedisce a un disegno universale, cosmico. Così le umane formiche “e pu curron ncon préscia a ngaluppasse/ nti mi de j’anne più cèrbe” (e poi corrono in fretta a rifugiarsi/ nelle mie parole degli anni più acerbi).

 

                                                                                                             

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: