incroci on line

Archive for novembre 2014

sabato 6 dicembre 2014, ore 15

Roma Eur – Palazzo dei Congressi (sala ametista)

nel contesto della XIII Fiera nazionale della piccola e media editoria

Più Libri Più Liberi

verrà presentato il libro

Donna in fabula 

Figure femminili dell’immaginario favolistico popolare

di Lino Angiuli e Lino Di Turi

La Vita Felice, 2014

con prefazione di Giuseppe Lupo e tavole di Vito Matera

vedi la locandina dell’evento

qui trovi maggiori informazioni sul libro

da incroci 29, sezione ‘schede’ 

Enrico CastrovilliScritti di psicocritica.

Profili psicologici di poeti e narratori italiani contemporanei

Progedit, Bari 2013.


di Claudio Toscani

 

Dopo specifici precedenti in materia (Storia del romanzo psicologico, del 2009, e La psicocritica, del 2011, con interventi su Saba, Zanzotto, Campana, Montale, Ungaretti, Pavese, Moravia e Pasolini), Enrico Castrovilli, docente e medico psicologo, poeta, narratore e critico letterario pugliese, esce con un nuovo regesto analitico di profili letterari di alcuni autori contemporanei, la cui scrittura creativa apre a più o meno segreti meandri coscienziali, angosce, stati d’animo e affettivi, turbative d’anima, sentimenti ed emozioni. Leggi il seguito di questo post »

logo incrociPomeridiani 2014-15

venerdì 21 novembre 2014 

alle 18,30

“La Puglia nel cinema”

Incontro con Antongiulio Mancino

Nuovo appuntamento del ciclo di “incroci po/meridiani”, organizzato dal Caffè culturale BaTaFoBrLe in collaborazione con «incroci», rivista semestrale di letteratura e altre scritture, edita da Adda e diretta da Lino Angiuli, Raffaele Nigro e Daniele Maria Pegorari, all’insegna del dialogo tra la ‘settima arte’ e il territorio pugliese.

Il professor Antongiulio Mancino, docente di Semiologia del cinema e degli audiovisivi, Realizzazione di documentari e Letteratura e cinema all’Università degli studi di Macerata e Semiologia del cinema e degli audiovisivi all’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, nonché noto critico cinematografico – autore di numerose monografie, tra cui si segnalano studi su Martin Scorsese e Jonathan Demme, Francesco Rosi e il cinema politico-indiziario italiano – dialogherà con il pubblico mostrando aspetti inconsueti della Puglia, fissati attraverso la macchina da presa. 

Non semplice ambientazione, ma parte integrante dell’azione filmica, la Puglia ha guadagnato negli ultimi anni un posto di rilievo nell’immaginario cinematografico.

L’incontro si concluderà con “Boccate di Puglia”, gentilmente offerte da Terranima.

Si allega il programma completo: programma 2014-15

Pagina dedicata agli Incroci po/meridiani

di Daniele Maria Pegorari

La recente uscita per Minimum fax di un bel libro di Alessandro Gazoia (noto nella blogosfera come Jumpinshark), Come finisce il libro. Contro la falsa democrazia dell’editoria digitale, sollecita nuove riflessioni a sostegno del nesso, a mio avviso molto stretto, fra precarizzazione dell’esistenza, crisi del capitalismo e digitalizzazione della filiera editoriale. Nel mio post precedente (a proposito di un saggio di Alessandro Ludovico) avevo puntato il dito sull’impermanenza delle fonti online, col paradosso per il quale il web è, sì, lo spazio in cui l’informazione raggiunge la sua massima intensità di flusso e, per certi aspetti, la sua eternità (una calunnia individuale, un documento pedopornografico, una falsificazione ideologica possono non sparire mai, a patto che qualcuno ne abbia salvato il contenuto e magari l’abbia sprofondato nel deep web, dove potrà continuare a propagarsi come un virus o come un parassita), ma al contempo è un archivio in cui le fonti possono rapidamente e senza preavviso essere spostate, rimosse o collocate sotto altra ‘etichetta’, divenendo, di fatto, generalmente non rintracciabili. Il che, invece, sarebbe un diritto inalienabile per chiunque, oltre che un’inderogabile necessità epistemologica. Gazoia, concentrando la propria attenzione soprattutto sul tema del self-publishing (e indichiamo così, complessivamente, sia i siti di auto-pubblicazione di libri elettronici, sia le piattaforme dei blog gratuiti, proprio come quella su cui ‘si appoggia’ il blog che stai leggendo), suona l’allarme per i tanti autori digitali che affidano i propri contenuti a questi nuovi media, ignorando la loro pericolosissima labilità. Leggi il seguito di questo post »

 

 

GIULIANA MANFREDI e GEORGIA CORBO  (a cura di),  A proporre bellezza e umanita’ – I colophon di Alessandro Scansani

Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 2013

 

 

 

di Alida Airaghi

 

Giuliana Manfredi e Georgia Corbo hanno curato con passione e riconoscente amicizia questo elegante volume dalla copertina azzurra e dal formato oblungo, che propone ai lettori un omaggio all’intelligente e coraggiosa attività editoriale di Alessandro Scansani, morto precocemente nel 2011.

Scansani fu il fondatore e l’anima pulsante delle edizioni reggiane Diabasis, nate nel 1988 con il  nome de “Il Guado”, che già indicava l’idea di attraversamento, come quello successivo, ellenizzante: il quale sta ancor più a indicare un progetto di peregrinazione intellettuale, e di raggiungimento di  salvifici approdi. Leggi il seguito di questo post »


«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.