incroci on line

Archive for aprile 2015

di Antonio Giampietro

Una serie di luoghi sorprendentemente raccontati da qualcuno che il mondo non rinuncia a percorrerlo anche se non può vederlo. Viaggi da un microcosmo intimo a una geografia reale: reale e dura.

 

 

 

Il Trentino: la vertigine dell’essere

Il giallo e il verde sono i colori che riempiono la memoria quando penso al Trentino. Sono i colori della bellezza e della ricchezza di quella terra, i colori degli odori che gonfiano il cuore, i ricordi, le lunghe passeggiate, i tuffi freddi nei laghi, le corse nei boschi, nei prati, lungo i fiumi o i vecchi binari di treni che forse non passano più. Il Trentino ha la consistenza della plastica dura di un camion giocattolo, di quelli che raccolgono le pietre, un camion giallo con la cabina liscia, senza vetri, di cui si possono toccare i sedili, il volante e le marce; col rimorchio, attaccato rigidamente alla motrice, e il porta-pietre mobile di una plastica liscia ma a righe in rilievo, che si solleva posteriormente per permettere di svuotare il carico. Le mie mani affondano nel ricordo del Trentino attraverso la vertigine che mi prende quando mi rivedo ad accarezzare quella plastica, ad annusarla, quasi fosse una droga benefica, a perdermi nel suo odore pulito, vergine, di plastica appena forgiata, pura nella sua artificialità immacolata. Leggi il seguito di questo post »

rotativa1

di Antonio Lillo

 

VIA DEL VENTO EDIZIONI

Umberto Boccioni, LA GRAN MADRE, Via del Vento, Pistoia 2014

Proseguiamo la nostra panoramica delle piccole realtà editoriali di qualità con le edizioni Via del Vento di Pistoia.

La casa editrice, nata nel 1991 per iniziativa Fabrizio Zollo, prende il suo nome da quello antico dell’odierna via Vitoni, strada frequentata nei secoli da artisti e scrittori. Scopo dell’Associazione alla base dell’iniziativa editoriale era proprio quello di rinnovare la tradizione letteraria di quella Via. Le Edizioni Via del Vento hanno una veste elegante, sia nella scelta delle carte che dell’impostazione grafica, e prediligono testi rari o inediti di autori del Novecento, perlopiù legati al mondo della poesia e dell’arte, e suddivisi in tre collane in cui il connubio fra questi due generi è piuttosto forte, complice il curriculum pittorico di Zollo. Le collane proposte sono «Ocra gialla», «Acquamarina» e «I quaderni di via del Vento». Leggi il seguito di questo post »

logo incrociPomeridiani 2014-15

Venerdì 17 aprile

alle ore 18.30

Artisti di casa nostra

mostra multimediale di Pierluca Cetera a cura di Francesco Giannoccaro

Nuovo appuntamento del ciclo di “incroci po/meridiani”, organizzato dal Caffè culturale BaTaFoBrLe in collaborazione con «incroci», rivista semestrale di letteratura e altre scritture diretta da Lino Angiuli, Raffaele Nigro e Daniele Maria Pegorari (Adda).

Francesco Giannoccaro, medico e scrittore monopolitano, collaboratore della rivista e autore di sillogi poetiche, pièces teatrali e un romanzo, illustrerà le più recenti tendenze dell’arte contemporanea, introducendo il pubblico all’opera di Pierluca Cetera, artista tarantino di fama internazionale, che ha al suo attivo numerose personali e collettive, sia in Italia che all’estero (Shangai, Edimburgo, tra le più importanti) ed è annoverato tra gli artisti prescelti alla 54 Biennale di Venezia -sez. pugliese- a cura di Vittorio Sgarbi.

La conversazione partirà dalla proiezione di video, della durata di pochi minuti, supportata dalla performance musicale dal vivo del sassofonista Francesco Massaro, attraverso cui il pubblico potrà osservare l’ultima produzione dell’artista, in un incrocio inatteso tra linguaggio musicale, visuale e pittorico.

L’incontro si concluderà con “Boccate di Puglia”, gentilmente offerte da Terranima.

Si allega il programma completo: programma 2014-15

Pagina dedicata agli Incroci po/meridiani

Annamaria De Pietro, Rettangoli in cerca di un pi greco – Il Primo Libro delle Quartine

Marco Saya Edizioni, Milano 2015.  

 

di Adam Vaccaro

 

Sono due le aree di esperienza, quali possibili fonti di una forma e di una espressione letteraria: quella vissuta al di fuori di ogni contesto letterario, e quella alimentata da quest’ultimo.

Sono due ipotesi estreme e astratte, che non possono essere mai esclusive. L’esperienza col mondo della prassi non può non esserci, come l’esperienza con quanto la scrittura ha accumulato nei secoli. Ma è questione di misure. Nel caso di Annamaria De Pietro, anche non conoscendola o non frequentandola, i suoi testi non lasciano dubbi sulla preponderanza della fonte letteraria. Leggi il seguito di questo post »

 

 

CARL G. JUNG, Risposta a Giobbe

BOLLATI BORINGHIERI, TORINO 2012

 

di Alida Airaghi

 

“Il libro non dev’essere altro che l’interrogante voce di un singolo, che spera o attende d’incontrare la pensosità dei suoi lettori”. Così scriveva Jung nel tentativo di giustificare “scherno e sarcasmo” spesso affioranti in questo suo volume del 1952, in cui si era proposto di affrontare da psichiatra i dilemmi fondamentali della visione religiosa, quali si esprimono nelle Sacre Scritture. Leggi il seguito di questo post »


«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.