incroci on line

Archive for the ‘incroci 26’ Category

da incroci 26 – recensioni

Cesare Viviani, INFINITA FINE

Einaudi, Torino 2012

di Jole Silvia Imbornone

 

 

L’uomo e la natura, il corruttibile e l’eterno, il finito e l’infinito: Cesare Viviani in questo volume prosegue la riflessione sulla vita e la morte di Credere all’invisibile (2009), raccogliendo versi sparsi sul quotidiano, sfogliandone le stagioni individuali e sociali per interrogarsi sull’identità e i valori dell’uomo, ma anche sulla sua condizione ultraterrena. Il poeta si serve di interrogative, esclamative e incisive affermazioni o annotazioni in brevi componimenti che isolano i pensieri, regalando loro un’aura sospesa ed insieme assoluta, allorché li privano della cornice del contesto di un “prima” e un “dopo”, che logicamente li completerebbe, e che invece resta ignoto, eppure comprensibile ove si ricompongano le tessere dei richiami tematici e lessicali. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

da incroci 26 – testi

itinerario  in versi di Franco  Perrelli

 

“Incroci” è lieta di ospitare una piccola silloge di Poesie del Nord:  sono note  di viaggio in Nord Europa di Franco Perrelli, oggi professore di Storia del Teatro Scandinavo al DAMS dell’Università di Torino. Autore di vari libri, tra l’altro, su Ibsen, Strindberg, Lagerkvist, e vincitore, nel 2009, di un Premio Pirandello per la saggistica teatrale, ha già collaborato alla nostra  rivista  con saggi sulla letteratura scandinava ed ha recentemente esordito anche come  romanziere con “Il padre e il figlio”. In questi versi, risalenti a qualche decennio addietro, è interessante verificare come Perrelli applichi l’occhio mediterraneo (egli si è formato, infatti, a Bari, dove vive) ai luoghi nordici incontrati sui libri e nella vita.

 leggi qui alcune delle poesie pubblicate – poesie perrelli

da incroci 26 – recensioni

Emanuele TreviIL LIBRO DELLA GIOIA PERPETUA

Rizzoli, Milano 2010

di Marilena Squicciarini

 

La scrittura nitida e accattivante di Trevi, valsa una candidatura al Premio Strega 2012 per l’ultimo lavoro, Qualcosa  di  scritto  (Ponte alle Grazie, 2012), ci convince forse in maniera più incisiva nel romanzo precedente dell’autore e critico letterario, Il libro  della  gioia  perpetua. All’origine della narrazione, quella che non sembra affatto una coincidenza porta un manoscritto nelle mani di uno scrittore, di chi possiede la sensibilità per cogliere la straordinarietà del suo contenuto ma soprattutto della sua autrice: una bimba di otto anni, capace di utilizzare la scrittura come difesa dal mondo incomprensibile che la circonda, in grado di donare a chi legge, agli adulti che incontrano le sue pagine, quella serenità che gli adulti della sua vita non sanno darle. Leggi il seguito di questo post »

Questo slideshow richiede JavaScript.


In copertina e nelle pagine interne questo numero di «incroci» ha ospitato riproduzioni di opere dello scultore Gianfranco De Palos, nato a Roma nel 1942 e residente dal 1973 a Sesto San Giovanni; si tratta di un artista completo, proveniente da studi classici e musicali, completati poi dalla frequentazione della Scuola degli Artefici presso l’Accademia di Brera, sotto la guida dello scultore E. Calvelli. Successivamente si è dedicato anche alla ceramica nel laboratorio del maestro Bepy Tay a Vedano al Lambro.

Piera Mattei, Amedeo Anelli e Lino Angiuli ci guidano alla conoscenza di questo artista con alcune brevi note critiche.

 

Come da consuetudine, presso la pagina ‘Materiali ed Extra’ i nostri lettori possono leggere “la bottega di incroci”, l’inserto creativo che la nostra rivista ospita a partire dal numero 19. Composto a più mani e affidato ad artisti e scrittori  sempre diversi, esso è dedicato ad uno dei temi che attraversano l’intero fascicolo.

Per questo numero 26 la “bottega di Incroci” presenta: 

Una memoria per amico ovvero quattro quarti di PIL (Prodotto Interamente Libero)

testi e opere di Hernán Castellano Girón, con una nota introduttiva di Lino Angiuli

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 


da incroci 26

cronaca di un convegno di Antonella Squicciarini

In occasione della ‘Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore’ promossa dall’Unesco, il 23 e il 24 aprile 2012 si è tenuto a Bari il convegno sul libro e la lettura “Biblìon. Un bene comune del XXI secolo”, grazie a un’originale triangolazione fra l’Università degli studi “A. Moro”, la sezione pugliese dell’Associazione Italiana Biblioteche e l’Associazione Pugliese Editori. Si è trattato del primo tentativo di chiamare alla riflessione e al confronto l’intera filiera della lettura come produzione/consumo di beni materiali (i libri, analogici o digitali) e immateriali (la ricerca, l’insegnamento, il senso critico), nella convinzione che senza un ‘ecosistema della conoscenza’ sia impensabile un vero progresso civile, sociale ed economico. Di questo convegno, che si è svolto sotto il patrocinio della Commissione Nazionale Unesco e del MIUR, leggiamo la sintesi redatta da Antonella Squicciarini. Leggi il seguito di questo post »

da incroci 26 – recensioni

terramadre

Andrea Temporelli, TERRAMADRE

Il ponte del sale, Rovigo 2012

di Alida Airaghi 

 

Sei sezioni compongono questo libro di Andrea Temporelli, contrassegnate da titoli che rimandano alla natura o al dominio dello spirito, temi che si rincorrono e intrecciano in tutto il volume. Una natura sempre in bilico tra promessa e minaccia, seduzione e sfida («Certe mattine il cielo è una promessa», «il ticchettio spaventa i nidi, il vento / turbina foglie e lacera giornali, / promette brace fuoco e zolfo»), provocando fantasmagoriche allucinazioni mentali («crepita il fuoco e accresce in mostri / piccoli insetti»), a cui il poeta oppone una dignitosa ed esplorativa resistenza: «lui rimarrà lì immobile ad attendere», «io assisto allo spettacolo da qui, / semplicemente. / … non attendo nessuno / non ho nulla da dire / piuttosto prendo appunti». Una natura che comunque è testimone e partecipe dello srotolarsi della storia, universale nei millenni, e particolare nei giorni della quotidianità: «Non indugiare adesso / ai piedi di quelli che furono / muraglie di ghiaccio in ritiro, / acquitrini malsani, / foreste celtiche e poi / avamposti  d’impero». Leggi il seguito di questo post »


«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.