incroci on line

Carta igienica? No, a te no!

Posted on: 12/01/2013

sul Sistema di Valutazione Nazionale delle scuole

un intervento di Carmine Tedeschi 

Da qualche giorno le scuole italiane, dalle Alpi a Capo Pachino, sono entrate in fibrillazione per la notizia che a partire dal 2014 i finanziamenti non saranno più a pioggia, ma in base ai risultati rilevati per ogni singola scuola da un macchinoso (e costoso) marchingegno burocratico: il SVN (Sistema di Valutazione Nazionale).

Agli alti lai levatisi dal basso e facilmente immaginabili, il Ministero si è affrettato ad assicurare che il provvedimento non si riferisce a finanziamenti in genere, ma a quelli relativi a “spese per il funzionamento”, cioè cancelleria, pulizia, telefono, manutenzioni varie, ecc.  Come dire che potranno meglio “funzionare” le scuole che già… funzionano meglio.  E le altre? Ci sarebbe da ridere, se non si dovessero paventare altri guasti sulla linea efficientistica inaugurata dall’ineffabile duo Gelmini-Brunetta.

Intendiamoci, nessuno ignora la necessità di valutare l’efficienza scolastica e l’efficacia formativa. Ben venga finalmente un sistema inteso alla valorizzazione delle scuole migliori e al rilancio di quelle in difficoltà. Purché a tutte venga assicurato il necessario, prima di parlare di ‘premi’ e di ‘tagli’. Come può pretendere il rispetto di standard formativi un’amministrazione che non rispetta, essa per prima, condizioni accettabili di ‘funzionamento’ in tutte le scuole?  Che non le predispone, queste condizioni, a monte dei processi formativi e continua a contare sulla buona volontà di docenti e famiglie?  Che non si fa carico di un efficace sistema di formazione per i docenti?

Questa del finanziamento del ‘funzionamento’, che si tenta di far passare per questione marginale rispetto ai grandi temi della scuola, tanto marginale poi non è, poiché è proprio sulle piccole cose, sulla  mancanza di risorse per attività quotidiane che si infrange la buona volontà degli operatori scolastici. Quando ancora ce n’è. Ben lo sanno quelle famiglie costrette a contribuire nelle scuole primarie appunto al loro ‘funzionamento’, fornendo di tasca propria materiali di facile consumo, in primis la carta igienica. Ma la faccenda è tanto più preoccupante in quanto segno di un dissennato criterio “premi-punizioni” che ignora del tutto le condizioni di partenza, nel valutare sia l’alunno sia il docente sia l’intero istituto.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

«incroci» - semestrale di letteratura e altre scritture

direzione: Lino Angiuli • Raffaele Nigro • Daniele Maria Pegorari.

Acquisto e Abbonamento

Una copia: euro 10,00
Abbonamento annuale: euro 18

Modalità di acquisto:
- dal sito dell'editore (http://www.addaeditore.it/)
- versamento sul c.c. postale n. 10286706
intestato a: Adda Editore, via Tanzi, 59 - 70121 Bari

il nuovo numero di incroci

eventi: Dante, l’immaginario

disclaimer

Il blog ‘incroci on line’ non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: per questo non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità degli articoli è dei rispettivi autori, che ne rispondono interamente.

Alcune immagini pubblicate nel blog sono tratte dal Web: qualora qualcuna di esse fosse protetta da diritto d’autore, vi preghiamo di comunicarcelo tramite l’indirizzo incrocionline@libero.it, provvederemo alla loro rimozione.

Al lettore che voglia inserire un commento ad un post è richiesto di identificarsi mediante nome e cognome; non sono ammessi nickname, iniziali, false generalità.
Commenti offensivi, lesivi della persona o facenti uso di argomenti ad hominem non verranno pubblicati.
In ogni caso ‘incroci on line’ non è responsabile per quanto scritto dai lettori nei commenti ai post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: